MDSGROUP

Recensione locale

Garibaldi


Indirizzo: Via San Marco, Località SOTTOMARINA, 1924
Comune: CHIOGGIA  (Venezia)
Telefono: 041/5540042 
Fax: 041/5540042

Tipologia locale
Ristorante

E-mail: info@ristorantegaribaldi.com
Sito Web:www.ristorantegaribaldi.com
Giorno di chiusura: lunedi


Rapporto Qualità/Prezzo

Menù
Pesce   specialitŗ pesce crudo

Piatti / Prodotti consigliati
Prima che dei prodotti parliamo dei protagonisti del Ristorante Garibaldi: sono in quattro, tutti innamoratissimi del loro lavoro. Prima fra tutte Lorenza laureata avvocatessa, accantonata, per la sua passione innata alla cucina. Il padre Nelson è maniaco nella preparazione del pesce, la madre è una pasionaria per la pasta fatta a mano, il pane e i dolcetti, Luigi - il maitre - cura la sala nei minimi particolari. I piatti, specialità del Ristorante Garibaldi, sono costituiti dal pesce crudo: piatti raffinati ed elaborati che colpiscono anche nella loro scenografia. Ma Lorenza vuole fare ancora meglio, nel rispetto della storia locale: vuole "incantare" i suoi clienti presentando al meglio anche i risotti (rigorosamente con Carnaroli), i vari pesci con diversi tipi di aromaticità salina, e una cura che va dal grissino al dolce,tutti fatti in casa. Selezionati sono pure i vini (Nelson è un sommelier con i tre livelli superati 15 anni fa e una buona esperienza di distillati). Ovviamente, un "occhio di riguardo" ai grandi vini regionali.

Recensione del Locale / Azienda
Non è facile trovarlo ma, una volta conosciuto, ci si innamora e si ritorna. Il ristorante Garibaldi ha una bellissima storia tramandata da quattro generazioni: Giuseppe Garibaldi, giunto a Chioggia, si fermò a mangiare in quel ristorante nel 1865, poi a lui dedicato. Un rilievo dell'Eroe dei due mondi è stato donato dal Comune di Chioggia e ora si ammira all'entrata del ristorante. Trenta posti, un ambiente raffinato, elegante, curato nei minimi particolari, cucina a vista. Basta entrare e lasciarsi consigliare da Lorenza, figlia dello chef Nelson e di Bruna esperta in pane e dolci fatti con le sue mani, una laurea di giurisprudenza accantonata per il grande amore della cucina e del ristorante Garibaldi.